Dal 30 giugno 2020 Bureau van Dijk ha aggiornato la sua informativa sulla privacy. Qui è disponibile l’informativa sulla privacy aggiornata.

Trial gratuito

7 febbraio 2020

L’importanza dei dati

Il dato può essere determinante se usato correttamente. Potrebbe impedire le collisioni tra due aerei, aiuta a individuare masse tumorali e vaccini, permette di pagare in un istante qualsiasi cosa e da qualunque posto. È alla base anche di quella che viene definita “agricoltura intelligente” poiché grazie alla raccolta dei dati dallo spazio si riesce a supportare la coltivazione per aumentare la produzione di alimenti in modo sostenibile nel mondo.

Bureau van Dijk è stata una delle prime società a sfruttare la potenzialità dei dati già nei lontani anni ‘80, unendo, normalizzando e collegando diverse informazioni nazionali per poter effettuare un confronto europeo e infine costruire un dataset mondiale. Orbis, la più potente fonte di dati di Bureau van Dijk, aiuta le società a gestire e prevenire il financial crime e a rilevare il rischio. Ma è anche uno degli strumenti più utilizzati per la ricerca e non solo mondo accademico.

 

Uso dei database per scelte strategiche

Cosa è fondamentale per il lancio di una start-up? Accademici e analisti politici utilizzano costantemente Orbis per scoprire quali siano le condizioni ottimali che aiutano le piccole imprese a prosperare, dalla registrazione di brevetti a innovazioni ecosostenibili.

Uno studio del 2019, nel quale venivano usati i dati sulle aziende presenti in Orbis combinati con le informazioni sui brevetti dell’OECD, ha scoperto che, invece di ostacolare la crescita del business, la rigida regolamentazione ambientale stimola di fatto l’innovazione favorendo la crescita delle "gazelle"(imprese dalla crescita veloce), o delle aziende che mostrano tassi di crescita superiori alla media. “I risultati confermano che le eco innovazioni potrebbero aumentare gli effetti di generiche innovazioni sulla crescita della società” affermano gli autori Colombelli, Krafft e Quatraro.

La certezza dei benefici dell'azione ambientale potrebbe aiutare a sostenere le piccole imprese in cui la crescita è ostacolata dal rischio climatico “La vulnerabilità climatica aumenta … il costo del debito”, rilevano gli autori di uno studio < a="" href="https://eprints.soas.ac.uk/31469/" />SOAS del 2019 sull’inclusione finanziaria, che hanno utilizzato i dati di Orbis per le analisi. “Questo influisce soprattutto sul costo del capitale delle imprese in due modi: aumenta i costi… e induce l’esclusione finanziaria perché le società a credito vincolato sono fuori mercato”.

Le eco innovazioni sono solo una piccola parte di un'ondata di attività sui brevetti registrata presso l’European Patent Office, basandosi su uno studio di Orbis del 2019 condotto dalle Università di Milano e Southampton, “La corsa per i brevetti nella Quarta Rivoluzione Industriale” (“The rush for patents in the Fourth Industrial Revolution”) rileva che sono sempre più giovani gli inventori che stanno depositando i brevetti in UE e nella maggior parte dei casi questi sono collegati a dispositivi di rete.

Spesso inoltre i governi utilizzano i database ed i big data, per le loro decisioni. La creazione di politiche basate sui dati - data-driven policy - mira infatti ad utilizzare nuove fonti di dati e nuovi strumenti utili all’elaborazione degli stessi per attuare politiche di sviluppo, coinvolgendo cittadini, aziende e tutte le altre parti interessate.

 

Una risorsa rivelatrice

Oltre agli accademici, i giornalisti giocano un ruolo importante nell’interpretazione e nell’analisi del business nel mondo. Spesso Orbis viene usato per effettuare analisi nelle diverse aree geografiche e per settori, così da creare report e classifiche utili agli specialisti del settore.

La Global Finance realizza la sua classifica delle prime 50 aziende industriali del mondo utilizzando Orbis; anche la classifica di Fortune 500 è realizzata usando Orbis. Il progetto 1000 companies to inspire Europe - il Report del London Stock Exchange Group e Borsa Italiana dedicato alle PMI europee ad alto potenziale di crescita – è realizzato utilizzando i dati di Orbis. I database nazionali come Aida (dati sulle società italiane) combinati con i dati di Orbis, sono invece la fonte di numerose classifiche pubblicate sulle principali testate giornalistiche italiane e la fonte di importanti analisi come quelle di Fortune Business person of the Year e di Italy Post – Corriere, Imprese Top e Champions e l’Osservatorio PMI di Global Strategy. Anche molte delle classifiche sul Sunday Times hanno come fonte Fame, un prodotto di Bureau van Dijk che integra i dati di Orbis con ulteriori informazioni sulle società in UK e Irlanda.

Dall'attività di M&A al numero di aziende gestite da donne, Orbis aiuta i giornalisti a far luce sul mondo degli affari per professionisti specializzati e per il grande pubblico.

Per i giornalisti investigativi che cercano di costruire un quadro chiaro di chi detiene le società o dei personaggi in evidenza, Orbis rappresenta la fonte di riferimento. Dal Times al gruppo Mirror, da Al Jazeera al Bristol Cable, le loro pubblicazioni si basano sui dati di Orbis per confermare la loro tesi.

 

Infinite tipologie di ricerche

I dati possono essere realmente potenti ma solo quando sono accurati. In una ricerca del 2019 condotta dall’Università di Colonia sono stati utilizzati i dati di Orbis per confrontare e analizzare i risultati sull’evoluzione dei modelli per la previsione del fallimento. Ciò ha evidenziato inesattezze in altre fonti di dati, consentendo revisioni che hanno portato all'identificazione di diversi fattori chiave nella previsione del fallimento (predictive analysis).

Gli studiosi dell’Università della Carolina del Sud hanno rilevato come le prestazioni delle aziende siano strettamente collegate alla governance aziendale e alle strutture proprietarie. Nello studio “Effectiveness of ‘Good’ Governance Policies Across Contexts”, Orbis, che contiene informazioni sulle strutture proprietarie di oltre 360 milioni di società in tutto il mondo, è stata usato per valutare la relazione tra corporate governance, struttura proprietaria e performance aziendali.

La ricerca mostra che “I meccanismi interni non possono attenuare l’effetto negativo di un eccessivo controllo anche in contesti con delle istituzioni esterne avanzate”. “Cioè, nelle società strettamente collegate, una “buona” politica di governance aziendale non può salvaguardare la creazione di valore dall’espropriazione da parte dell’azionista di riferimento o global ultimate owner".

Orbis, può essere usato per infinite tipologie di ricerche e la sua applicabilità è ben riassunta in un in un working paper realizzato dall’ OECD nel 2019: “è il più grande database disponibile con dati sulle società mondiali - cross-country data - e contiene non solo informazioni sulle società quotate ma soprattutto sulle società private”.

 

Potresti essere interessato a

Registrarti per richiedere il tuo trial gratuito di Orbis

Avere delle certezze nel business è tanto importante quanto difficile. Il volume dei dati è in continuo aumento, ma è sempre più difficile estrarne valore.

Raccogliamo ed elaboriamo le informazioni societarie per ottimizzare i processi decisionali.

 

 

Le nostre soluzioni sono ideate per supportare nella gestione di problematiche specifiche e per semplificare i processi. Molti dei nostri clienti utilizzano le nostre informazioni integrandole con i propri dati interni per ottenere una visione più completa del business e della sua rischiosità.

Il nostro approccio si basa su fonti ufficiali e verificate.
Welcome to the business of certainty.