La più ampia disponibilità di informazioni su azionariato e partecipazioni delle società combinate con liste sanzioni e negatività per potenziare l’attività di intelligence e controllo sulle terze parti e gli individui ad esse collegati.

I database Bureau van Dijk, con informazioni su oltre 280 milioni di società di tutto il mondo, sono la fonte di dati societari per eccellenza e sono già in uso presso le principali aziende, banche e assicurazioni di tutto il mondo.

Bureau van Dijk è stata inoltre scelta da Academia Formazione come partner della loro proposta formativa sui temi Antiriciclaggio e Voluntary.

Ricerca, analisi, reporting, automatizzazione e monitoraggio

Raccogliamo ed elaboriamo i dati delle società di tutto il mondo per un'efficace valutazione e business intelligence offrendo le soluzioni ideali per l’attività di compliance e la gestione del rischio reputazionale.

I dati economico finanziari delle società italiane ed estere, assetto societario e struttura del gruppo, operazioni di finanza straordinaria e news sono così immediatamente disponibili con pochi click ed i gruppi e le relazioni tra le aziende possono essere facilmente individuati ed analizzati per rispondere efficacemente alle recenti disposizioni in materia di compliance e antiriciclaggio.

Funzionalità

Le informazioni dettagliate e verificate fornite da Orbis permettono di ottimizzare l’attività di due-diligence e le procedure di compliance, antiriciclaggio e KYC, minimizzando l’esposizione al rischio reputazionale.

Gli strumenti Bureau van Dijk sono sviluppati per rispondere ai requisiti delle recenti direttive UE (AML4) e delle norme statunitensi (FATCA) in ambito antiriciclaggio, due-diligence e gestione del rischio delle terze parti.

Ottimizzazione dell’attività di compliance

La disponibilità immediata di informazioni sulle società e sui titolari effettivi, è abbinata a strumenti di visualizzazione e analisi per interpretare i dati in modo efficace.

Grazie al Compliance Catalyst è possibile ottimizzare gran parte dei processi di on-boarding e di creazione della documentazione per la compliance: il Catalyst consente infatti di identificare i rischi in modo istantaneo, automatizzare i controlli massivi sull’attività a basso rischio per concentrarsi sui casi con rischio elevato e monitorare le variazioni negli enti di proprio interesse.

Monitoraggio del portfolio

Grazie a dashboard personalizzabili è possibile identificare le aree di rischio e monitorare le terze parti sottoposte a procedure di on-boarding anche tramite il sistema di alert automatizzato.

Dati accurati e verificati

• Informazioni su più di 280 milioni di società con identificativi univoci
• Informazioni su assetti proprietari, compresi Beneficial Owner - Titolari effettivi
• Amministratori e azionisti
• Flag per identificare le società pubbliche
• News negative
• Dati su PEP e sanzioni relative alle società

Aggiornamenti su oltre 8.000 link di ownership ogni ora per garantire il massimo livello di certezza nei dati

Analisi dettagliata di una singola società o di interi gruppi

Le nostre informazioni sugli assetti proprietari non sono semplici liste di azionisti e partecipazioni, ma strutture societarie dettagliate e dinamiche, visualizzabili anche tramite grafici per interpretare al meglio i legami tra le società e individuare a prima vista titolari effettivi, azionisti di riferimento, società sanzionate e molto altro.

Strumenti sofisticati come l’Ownership Explorer di Orbis consentono di esplorare le strutture societarie, definire le percentuali minime di controllo dei titolari effettivi, filtrare e visualizzare le strutture per Paese, tipologia di ente e percentuale di proprietà, identificare i legami di ownership diretta e indiretta/aggregata e valutare rapidamente l’intero gruppo societario segnalando la presenza di PEP e sanzioni.

Automatizzazione dell’attività di compliance e on-boarding

•    Verifica della ragione sociale ufficiale dell’ente
•    Rapido screening dei rischi per dare la priorità ai casi ad alto rischio
•    Identificazione di azionisti di riferimento locali o globali, anche tramite ownership indiretta
•    Flag di possibili PEP o sanzioni
•    Altri score quali rischio paese, rischio reputazionale, finanziario, ecc.
•    Avvio di azioni e controlli ulteriori su determinate situazioni
•    Monitoraggio delle variazioni nelle terze parti

Come affrontare la "50% Rule" dell'OFAC

Le liste sanzioni OFAC e UE mostrano solo la punta dell’iceberg, perché elencano in modo esplicito solo le persone o enti direttamente sanzionati.
Tuttavia, in base alla “50% rule” le società possono essere “sanzionate per estensione” nel caso in cui esista un legame di ownership superiore al 50% in una catena ininterrotta tra l’ente in questione e una persona giuridica o fisica posta sotto sanzione.

Identificare queste relazioni è molto difficile, specialmente se si tiene conto della rapidità con cui si verificano variazioni o passaggi di proprietà.

Per questo abbiamo sviluppato un sistema automatizzato che “fotografa” delle liste di società che in un dato momento risultavano sanzionate per estensione. I clienti possono richiedere l’invio di queste liste tramite FTP.

Per approfondire questo tema, leggete il post sul nostro blog: how we can help you comply with the tricky OFAC and EU "50% rule".


Trial gratuito


La soluzione Ideale

Identificazione semplice ed immediata dell’ultimo beneficiario e del titolare effettivo di aziende italiane ed estere e combinazione ottimale con le informazioni su PEP e sanzioni

Approfondisci Compliance Catalyst

Potresti essere interessato a

In un unico database i dati dettagliati e confrontabili delle società, banche ed assicurazioni di tutto il mondo

Approfondisci Orbis


Input & output Compliance Catalyst


Video compliance

Scopri la nuova soluzione BvD per la gestione del rischio reputazionale e l' antiriciclaggio